LA COMUNICAZIONE BANCA IMPRESA

Rapporto Banca Impresa

La comunicazione
Banca Impresa

In un momento come quello attuale, di crisi economica e in cui vi è una stretta creditizia, giustificata dai vincoli imposti da Basilea II per le micro imprese, come per le  medio e piccole esistono sono due opportunità:

  1. essere finanziariamente indipendenti dal sistema finanziario;
  2. essere virtuose.

Per quanto riguarda il primo aspetto è noto che, storicamente, le imprese italiane sono sotto capitalizzate, avendo sempre fatto ricorso alla leva finanziaria.

Per quanto riguarda il secondo aspetto, l’essere virtuosi, consiste nel mettere in pratica una serie di accortezze grazie alle quali si viene ad instaurare un rapporto virtuoso tra banca e impresa, questo percorso ha il suo fulcro in un Modello di Comunicazione Finanziaria.

Il Modello di Comunicazione Finanziaria, o MCF, che si propone, individua, in relazione alle diverse tipologie di fabbisogni finanziari delle imprese, l’elenco minimo delle informazioni e dei documenti che è opportuno trasmettere alle banche e agli intermediari finanziari allo scopo di facilitare ed accelerare la valutazione del così detto Merito Creditizio.

Il MCF proposto si basa su una matrice che necessità delle seguenti informazioni:

  1. le tipologie di operazioni finanziarie, a fronte dei fabbisogni aziendali;
  2. le aree aziendali rilevanti per il rapporto con le banche e il sistema finanziario in genere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *